Home
Impressum
DE / FR / IT

Drug Checking

 

Valutazione ecstasy 2017

Nel 2017, 112 pillole d’ecstasy sono state consegnate per analisi al Centro di informazione sulle droghe (DIZ) mentre 62 pillole d’ecstasy sono state consegnate e analizzate nel 2017 nei drug checking mobili tenutisi durante varie serate festive della città di Zurigo. Questi risultati non sono rappresentativi per tutto il mercato delle sostanze della città di Zurigo.

Valutazione del rischio
Oltre agli effetti collaterali tipici dell’MDMA, c’è il rischio di assumere sostanze non prevedibili, sostanze di taglio farmacologicamente attive e pillole con dosi elevate di MDMA. Anche delle pillole con lo stesso logo e lo stesso aspetto possono essere molto differenti a livello della loro composizione. Oltre tre quarti (77.0 %) delle pillole di ecstasy analizzate nel 2017 conteneva più di 120 mg di MDMA*HCl1. Dal 2011 si osserva una tendenza al rialzo di pillole analizzate con dosi molto elevate (>120 mg MDMA*HCl). Una quantità di oltre 120 mg può risultare troppo elevata in quanto gli effetti collaterali quali tensione della mascella, tic nervosi, anche agli occhi, e dei crampi muscolari possono manifestarsi in modo molto forte. Il consumo di dosi elevate può provocare l’aumento della temperatura corporea, disidratazione e mette fortemente sotto pressione il sistema cardiovascolare.2 Ecstasy/MDMA Safer Use

Concentrazione di MDMA nel 2017
Le pillole d’ecstasy analizzate al DIZ e nei drug checking mobili contenevano in media 159.2 mg di MDMA*HCl. La concentrazione variava tra 44.5 mg e 285.3 mg di MDMA*HCI per pillola. Complessivamente, è stata emessa un’allerta per l’84.5 % delle pillole analizzate (+5.0%); per il 77% (+5.3%) delle pillole d’ecstasy analizzate a causa di una concentrazione elevata di MDMA (>120 mg MDMA), mentre per il 13.8% (+2.8%) a causa di sostanze psicoattive non prevedibili. Il grafico 1 mostra l’evoluzione della concentrazione di MDMA nelle pillole di ecstasy dal 2007.

Sostanze non prevedibili nelle pillole di ecstasy
Il 13.8% (+2.8%) delle pillole di ecstasy analizzate conteneva nel 2017 altre sostanze oltre o invece dell’MDMA. Le pillole di ecstasy contenevano anche prodotti di taglio non psicoattivi (p. es. lattosio, sorbitolo, ecc.) nonché sostanze per la sintesi delle pillole (p. es. amido, ecc.) che non hanno effetti psicofisici in caso di consumo.  

Il grafico 2 rappresenta l’evoluzione della proporzione delle sostanze farmacologicamente attive tra il 2007 e il 2017. Si può osservare come i prodotti di taglio e la percentuale di MDMA nelle pillole sono cambiate nel corso del tempo. Dal 2015, la proporzione delle pillole di MDMA che contengono prodotti di taglio farmacologicamente attivi è leggermente aumentata. La proporzione di pillole d’ecstasy che contengono più di 120 mg di MDMA*HCl è anche aumentata nel 2017.

 

1 L’MDMA (3,4-metilenediossimetanfetamina) è disponibile solamente in forma salina (HCl).
2 Le dosi massime in caso di consumo sono: 1.5 mg di MDMA*HCl al massimo per kg di peso corporeo per gli uomini (p. es. 1.5x80 kg = 120 mg di MDMA al massimo) e 1.3 mg di MDMA*HCl al massimo per kg di peso corporeo per le donne (p. es. 1.3x60 kg = max. 80 mg di MDMA).

Prodotti di taglio farmacologicamente attivi nel 2017

Nei riquadri sottostanti, una breve descrizione dei prodotti di taglio più frequentemente analizzati oltre o invece dell’MDMA nelle pillole d’ecstasy: 

 

Grafico 1

Evoluzione della concentrazione in MDMA nelle pillole d’ecstasy, 2007- 2017 (N= 1‘220)

Grafico 2

Sostanze analizzate nelle pillole d’ecstasy, 2007 – 2017 (N=1‘437)