Home
Impressum
DE / FR / IT

Drug Checking

 

Valutazione anfetamine 2017

Nel 2017, 317 campioni che dovevano contenere delle anfetamine sono stati consegnati al Centro d’informazione sulle droghe (DIZ); 45 campioni in meno rispetto al 2016. Questi risultati non sono rappresentativi per tutto il mercato delle sostanze della città di Zurigo1.

Valutazione del rischio
Oltre agli effetti collaterali conosciuti e al potenziale psichico di dipendenza delle anfetamine, la concentrazione fortemente variabile in anfetamine, le impurità di sintesi e i prodotti di taglio presentano dei rischi per la salute. Il consumo di pasta di anfetamine tagliata con solventi (p. es. fenilacetone) può anche attaccare le mucose. I solventi sono altamente infiammabili e spesso tossici. Le conseguenze del consumo di impurità sintetiche (p. es. DPIA) non sono state studiate e i rischi sono quindi sconosciuti. La concentrazione variabile e spesso elevata in anfetamine è un rischio sottovalutato dai consumatori perché è impossibile distinguere ad occhio nudo la purezza di un campione, con conseguente rischio di overdose. A dosi elevate, si verificano allucinazioni, insufficienza circolatoria e cardiaca, ictus, disturbi ai reni e al fegato. Safer Use delle anfetamine

Concentrazione delle anfetamine nel 2016
Il grafico 1 mostra i valori dell’anfetamina*HCl2 (concentrazione di principio attivo) dal 2007 al 2017. Nel 2017 la concentrazione media delle anfetamine*HCI era del 51%. Si può osservare un aumento del 6.4% della concentrazione rispetto all’anno precedente3. La concentrazione di anfetamina nei campioni analizzati presentava una forte variazione: tra lo 0.8% e il 95.2%.

 

1 A causa di adeguamenti tecnici, per il 2017 si presentano solo i campioni di anfetamine provenienti dal DIZ. Nel 2016 sono stati valutati sia i dati del DIZ che quelli dei drug checking mobili.
2 Le anfetamine che circolano sono più spesso disponibili sotto forma di solfato. Visto il metodo di analisi, la concentrazione in anfetamine è indicata sotta forma di acido cloridrico (HCI).
3 Le differenze rispetto all’anno precedente sono in seguito indicate tra parentesi.

Prodotti di taglio farmacologicamente attivi e sostanze inaspettate nel 2017

Si tratta principalmente di una miscela del principio attivo dell’anfetamina e di prodotti di taglio senza effetti e/o di prodotti di taglio farmacoattivi. Nel 2017, il 70.0% dei campioni di anfetamine consegnati per analisi era tagliato con una sostanza farmacoattiva e/o conteneva impurità di sintesi (-5.7%). Queste ultime provengono probabilmente da una produzione inadeguata dell’anfetamina. Le impurità di sintesi sono spesso tossiche, aumentano i rischi legati al consumo e sono dannose per la salute. Nella maggior parte dei casi non si sa a partire da quale quantità le impurità sintetiche danneggino la salute; il rischio non può quindi essere valutato. Per quanto riguarda i solventi, non si deve escludere che siano successivamente miscelati all’anfetamina per poter venderla sotto forma di pasta. Ciò trasforma la polvere in una pasta, probabilmente più richiesta dai consumatori.

 

Grafico 1

Concentrazione di anfetamine in %, 2007-2017 (N=2'070)

Grafico 2

Prodotti di taglio nei campioni di anfetamina analizzati, 2007-2017 (N=2‘070)

Il grafico 2 mostra l'evoluzione della proporzione di campioni di anfetamina tagliati con almeno una sostanza farmacoattiva e quella della caffeina, delle impurità sintetiche e degli altri prodotti di taglio nei campioni di anfetamina tra il 2007 e il 2017.

Grafico 3

Prodotti di taglio più frequentemente analizzati e sostanze impreviste nell’anfetamina nel 2017 (n=222)

Di seguito sono descritti i prodotti di taglio farmacoattivi più frequentemente analizzati nel 2017, i loro rischi ed effetti. Il grafico sottostante ne presenta una panoramica:


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/drugchec/www/drugchecking.ch/inc/content.php on line 72